Neonato nel sacchetto, va in carcere

Dopo averlo partorito in casa senza dire niente a nessuno, aveva chiuso in un sacchetto il bimbo appena nato e frutto di una relazione clandestina, poi era tornata a dormire. Il piccolo si era salvato solo grazie all'intervento del marito della donna che, all'oscuro di tutto, aveva sentito qualcosa muoversi e aveva chiamato i soccorsi. Per quanto successo a maggio del 2010 in una località in provincia di Ravenna, la 42enne madre naturale del piccolo è stata accompagnata in carcere dai carabinieri perché la condanna a sette anni a lei inflitta per tentato infanticidio è passata in giudicato, dopo il no della Cassazione al suo ricorso. Il bimbo sin da quel giorno è stato affidato ai Servizi sociali.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Romagna Noi
  2. Forli Today
  3. Corriere Romagna
  4. Romagna Noi
  5. Forli Today

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Meldola

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...